L’obiettivo e' essere di supporto alle Aziende fornendo servizi ...
 
Sono specificamente studiati sulla base del settore ...
 
In questa area sono elencate le ultime novità & disposizioni ...
 
In questa area trovate disponibili alcuni documenti che ...
 
La preghiamo di inserire tutti i dati richiesti, riceverà la risposta ...
 
Per ulteriore informazioni su chi siamo, soluzioni per aziende ...
 

 
 

Q Ambiente

Sono rifiuti speciali tutti quelli diversi dai rifiuti urbani. Possono essere solidi o liquidi. Sono quelli che si originano dai cicli produttivi o da attività di servizio. I rifiuti speciali sono individuati dall'art. 7 del Dlgs 22/97 e succ. modifiche ed integrazioni.

L'entrata in vigore del D.Lgs. 22/97 ha profondamente mutato il quadro normativo di riferimento con specifico riferimento a:

  • definizione di “rifiuto” e materiali oggetto di recupero;

  • diversa catalogazione dei rifiuti (passaggio dai codici italiani “CIR” a quelli europei “CER”);

  • diversa classificazione della pericolosità del rifiuto (passaggio dai rifiuti “tossici e nocivi” ai rifiuti “pericolosi” con criteri - per la classificazione di pericolosità - diversi nei due casi);

  • diversi obblighi in materia di dichiarazione annuale sulla produzione e gestione dei rifiuti 

La contabilità in materia di produzione e gestione dei rifiuti speciali è effettuata attraverso le dichiarazioni MUD (Modelli unici di Dichiarazione) presentate annualmente alle Camere del Commercio dai soggetti, produttori e gestori di rifiuti, obbligati ai sensi dell'art. 11 del D.Lgs. 22/97, secondo i modelli previsti da decreti ministeriali (DPCM 31/03/99 per le dichiarazioni 1999-2000-2001-2002) in attuazione della L. 70/94.

Le dichiarazioni MUD, per loro natura, non consentono di avere informazioni sulla produzione totale di rifiuti in quanto, prescindendo dai soggetti evasori, la normativa esclude dall'obbligo di dichiarazione alcuni produttori ed alcune tipologie di rifiuti speciali non pericolosi (si veda art. 11 Dlgs 22/97). L'obbligo vige invece per tutti i produttori di rifiuti pericolosi e per tutti i gestori e intermediari.

Alcune categorie di rifiuti speciali:

  • a) i rifiuti da attività agricole e agro-industriali;

  • b) i rifiuti derivanti dalle attività di demolizione, costruzione, nonché i rifiuti pericolosi che derivano dalle attività di scavo;

  • c) i rifiuti da lavorazioni industriali;

  • d) i rifiuti da lavorazioni artigianali;

  •  e) i rifiuti da attività commerciali;

  • f) i rifiuti da attività di servizio;

  • g) i rifiuti derivanti dalla attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento di fumi;

  • h) i rifiuti derivanti da attività sanitarie;

  • i) i macchinari e le apparecchiature deteriorati ed obsoleti;

  • l) i veicoli a motore, rimorchi e simili fuori uso e loro parti;

  • l-bis) il combustibile derivato da rifiuti qualora non rivesta le caratteristiche qualitative individuate da norme tecniche finalizzate a definirne contenuti e usi compatibili con la tutela ambientale.

I NOSTRI SERVIZI

  1. Analisi tecnico-organizzativa dell’azienda al fine di stabilire la tipologia di rifiuti speciali e/o pericolosi prodotti

  2. Aspetti legislativi inerenti la produzione dei rifiuti speciali

  3. Attività di ritiro, presso l’azienda, dei rifiuti speciali

  4. Fornitura e compilazione dei registri

  5. Produzione della Dichiarazione MUD

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci, tramite E-mail


 
ISO 14001 ed EMAS
   
Rifiuti speciali D.Lvo 22/97
   
Aria D.P.R. 203/88
   
Acqua D.Lvo 152/99
   
   
Per scaricare documenti inerenti alla voce che desideri - scegli
DOWNLOAD
 
   

Copyright 2008 CERTQUALITY, All Rights Reserved.

P. Iva 0192072 081 8